Vai all'HOME
CHI SIAMO ORGANIZZAZIONE DOVE SIAMO LE NOSTRE SEDI PERCHE' ISCRIVERSI LINK UTILI GALLERIA

14/09/2016
Pensioni
Pensioni. Ivan Pedretti "Verso ipotesi condivise ma alcuni nodi da sciogliere"
Leggi su www.spi.cgil.it
Cgil: preoccupa l'intervento sui lavoratori precoci
Il sindacato dopo l'incontro col governo: "Provvedimento svuotato, anche smentendo le ipotesi precedenti". Su alcuni punti possibili soluzioni, su altri "segnali di indisponibilità". Spi: "Verso ipotesi condivise sui pensionati, ma i nodi restano"
“Su alcuni punti si confermano delle possibili ipotesi di soluzione mentre per altri emergono segnali di indisponibilità”. Così la Cgil commenta l’esito dell’incontro tecnico sulla previdenza, che si è svolto al ministero del Lavoro. In particolare, il sindacato di Corso d’Italia “esprime preoccupazione per lo svuotamento di un intervento sul tema del lavoro precoce, anche smentendo diverse ipotesi che erano state prospettate nel corso degli incontri che si sono tenuti nelle settimane precedenti”. Il sindacato quindi aggiunge: “Il tema del lavoro precoce, dei 41 anni per chi ha in ... [continua]


05/07/2016
REFERENDUM
Lavoro: Cgil, depositate in Cassazione oltre 3,3 milioni di firme sui
tre referendum
“È un risultato straordinario e importante, che testimonia il consenso che le proposte della
Cgil incontrano nel Paese”. Così il segretario generale del sindacato di Corso d’Italia,
Susanna Camusso, commenta la raccolta di oltre 1,1 milioni di firme per ognuno dei tre
quesiti referendari che accompagnano e sostengono la proposta di legge di iniziativa
popolare ‘Carta dei diritti universali del lavoro’.
I referendum riguardano: la cancellazione del lavoro accessorio (voucher), la
reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti, una nuova tutela
reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al
di sopra dei cinque dipendenti.
Per il leader della Cgil il numero delle firme raccolte, che questa mattina sono state
depositate in Corte di Cassazione, è “il frutto del lavoro volontario dei militanti e dei
delegati della Cgil, oltr ... [continua]


04/07/2016
GOVERNO E NON AUTOSUFFICIENZA
Non autosufficienza, fallito il fai da te torna il confronto
Il tema sembrava sparito dall’agenda politica. Come se nel nostro Paese non esistessero tre milioni di persone – in gran parte anziane – in condizioni di estrema vulnerabilità. Il sindacato intende contribuire alla ripresa del dialogo con precise proposte
di Stefano Cecconi
Dopo un lungo silenzio, il governo si è deciso a riaprire il confronto con sindacato e associazioni sulla non autosufficienza. Il tema sembrava sparito dall’agenda politica. Come se nel nostro Paese non esistessero tre milioni di persone (vedi Network Na Rapporto 2015), di cui 2,5 milioni anziane, in condizioni di non autosufficienza. Senza contare i loro familiari, i volontari che si prendono cura di loro, le lavoratrici e i lavoratori che si occupano del settore delle Ltc (Long term care: cure a lungo termine).
La ripresa del dialogo è stata possibile, e resa credibile, perché il Fondo per la Na, pur assolutamente insufficiente, con soli 400 mil ... [continua]


27/05/2016
COSTITUZIONE: LE CRITICHE DELLA CGIL
www.rassegna.it
Modifica costituzionale: le critiche della Cgil
Approvato dal comitato direttivo un documento che evidenzia tutte le preoccupazioni del primo sindacato italiano rispetto alla proposta di riforma approvata dal Parlamento, a partire dall'assenza di un dibattito all'altezza
Il Direttivo nazionale della Cgil, nella seduta di martedì 24 maggio, ha votato un documento - approvato con due voti contrari e nessuno astenuto - che esprime un giudizio critico sulla proposta di modifica costituzionale. Critico sia rispetto al "metodo" che al "merito" della proposta.
Rispetto al metodo, il primo sindacato italiano sottolinea in particolare una "discussione parlamentare a tratti compulsiva", un "eccesso di condizionamento del governo", una "impropria polarizzazione del dibattito in aula, che ha raggiunto il suo apice con la dichiarata volontà̀ di fare del referendum confermativo un banco di prova per l'operato complessivo del governo".
Per il Comitato direttivo della Cg ... [continua]


26/05/2016
PENSIONI: LA DISCUSSIONE E' APERTA

Pensionati tranquilli se il governo fa il suo dovere
Leggi su www.spi.cgil.it
Pensioni, qualcosa si muove. Avviato il confronto con il Governo
“La notizia è che oggi, dopo lungo tempo, il governo ha proposto di avviare un confronto di merito su due grandi temi: previdenza e lavoro. E’ il risultato della nostra iniziativa, innanzitutto quella sulla piattaforma delle pensioni, e di aver tenuto sempre alta la pressione. Non è una novità da poco”. Lo ha affermato ieri il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, al termine dell’incontro che si è tenuto al Ministero del Lavoro tra i sindacati confederali, il ministro del lavoro Giuliano Poletti e il sottosegretario Nannicini.
“La notizia è che oggi, dopo lungo tempo, il governo ha proposto di avviare un confronto di merito su due grandi temi: previdenza e lavoro. E’ il risultato della nostra iniziativa, innanzitutto quella sulla piattaforma delle pensioni, e di aver tenuto sempre alta la pressione. Non è una novità da poco ... [continua]



SPI Sindacato Pensionati Italiani - Cagliari - viale Monastir, 13 - 09122 Cagliari
Copyright 2010 - NOTE LEGALI